El blog de nuestra amiga Paola de Angelis, sigue recogiendo las experiencias de esta periodista italiana en su estancia veraniega en el País vasco. En la tanda de entradas que recogemos hoy, nos habla de su visita al Museo Balenciaga en Getaria; o del pintxo de tortilla  con anchoas de La Viña; de su visita al mercado de Donostia; su descubrimiento de Tolosa; e incluso se para a analizar cómo se ve desde el País Vasco a Italia, mientras se toma una Keler al borde de la Concha.

Como siempre, sus comentarios son imperdibles. Les dejamos los más amplios, pero no dejen de darse una vuelta por su blog.

Paola de Angelis – 17/7/2011- Italia

Spazzatura News, l’Italia vista dal Paese Basco

Il quotidiano locale nella provincia di Gipuzkoa è El Diario Vasco. Tutti i giorni dà ampia copertura alle notizie economiche provenienti dall’Italia, anche perché i destini di questi due paesi (Italia e Spagna) sono visti come strettamente correlati. Mors tua, mors mia tambien. Trovo le analisi dei giornalisti locali molto precise e lucide. Ieri ad esempio mi sono soffermata sulla rubrica “Il mio genoma e io” di Alvaro Bermejo intrigata dalla citazione di Indro Montanelli. Il post si intitola “Basura News”, “Spazzatura News”:

(seguir)

————————

Paola de Angelis – 17/7/2011 – Italia

Tolosa

Se i Bilbainos con la loro baldanza dicono che San Sebastian “es un barrio de Bilbao”, è un quartiere di Bilbao, e La Concha la loro spiaggia, che dire della piccola e rurale Tolosa? Arrivando in autobus dalla chic-issima San Sebastian (circa 50 minuti per 22 km, uscendo di continuo dalla N1 per entrare in ogni paesino), l’impressione è di una cittadina di provincia a ben ragione contadina: siamo nel cuore verde di Gipuzkoa e Tolosa nel mondo dei legumi significa la famosa alubia: fagioli piccoli, ovali, quasi neri, con un puntino bianco al centro (11-12 euro al kg al mercato).

(seguir Tolosa 1)
(seguir Tolosa 2)

————————

Paola de Angelis – 16/7/2011- Italia

Al mercato di Donostia

È l’1 e 30 e Plaza Zuloaga è deserta. I bambini che giocavano fino a pochi minuti fa sono andati a casa a mangiare e c’è un gran silenzio. La piazza è aperta su due lati, gli altri sono la quinta del Museo San Telmo: l’edificio originale (un convento domenicano del XVI secolo) e il padiglione moderno con annessa caffetteria, dove sto assaporando il miglior espresso di San Sebastian. Così buono che me ne prendo subito un altro.

(seguir)

 

 

anuncio-productos-basque-728x85-2