Ya nos hemos encontrado en esta web en otra ocasion con un artículo del critico y escritor italiano Roberto Curti para la web de vino y gastronomía de Luciano Pignataro. Entonces, nos hablaba de su visita al Asador Etxebarri y su re-encuentro con la parrilla Victor Arguinzoniz. Ahora en la misma web nos habla de una experiencia muy diferente, la de su visita al Restaurante Mugaritz de Andoni Luis Aduriz. Un interesante texto que recoge con brillantez lo que es enfrentarse al muy especial menu degustación de este extraordinario cocinero vasco.

Luciano Pignataro – 23/12/2011 – Italia

I grandi ristoranti dei Paesi Baschi. Mugaritz di Andoni Luis Aduriz: terra di confine

focaccia d'amido di kudzu
A Mugaritz un tempo si veniva accolti al tavolo da due cartellini: sométete e rebélate. Nessuna via di mezzo. Stare al gioco, o dissentire. Divertirsi, o fuggire disgustati. Oggi i cartelli non ci sono più, ma il principio è il medesimo. Dopo l’incendio di fine 2010 che gli ha semidistrutto il locale, Andoni Luis Aduriz ha ulteriormente radicalizzato la propria filosofia di cucina. Niente più scelta tra il tradizionale (si fa per dire) sustraiak e l’innovativo naturan, ma un unico menu con margini di variabilità in base ai prodotti sul mercato: una ventina di portate tra tapas iniziali, piatti veri e propri e dessert (165 euro più il canonico 8% di IVA). Alla fine della maratona, non si può certo restare indifferenti.
(Sigue) (Traducción automática)
anuncio-productos-basque-728x85-2